Category Archives: Osservando il reale

Se il coma non è poi così irreversibile

Leggo di una donna palermitana, ricoverata presso il Centro Neurolesi “Bonino-Pulejo” di Messina e risvegliatasi, così come in altri casi già avvenuto, dopo essere rimasta quasi quattro anni in coma “irreversibile”. La donna, che era stata colpita da aneurisma, è adesso paralizzata e dovrà sottoporsi all’opportuna terapia riabilitativa però, come riferiscono medici e familiari, non solo è lucida e cosciente, ma addirittura durante il periodo di coma ha continuato a percepire ciò che le accadeva intorno tanto che, appena svegliatasi, ha riconosciuto e chiamato per…

Read More »

Verso il partito unico

Forse è stata l’euforia per la vittoria appena conseguita a fare saltare certi “filtri”, oppure si è trattato di un eccesso di quelli che a volte colgono chi si sente “potente”, fatto sta che la senatrice del Partito Democratico Monica Cirinnà, intervistata da Diego “Zoro” Bianchi – conduttore di Gazebo, programma di Rai Tre – all’uscita dalla Camera dei Deputati mercoledì 11 maggio 2016, subito dopo l’approvazione della legge sulle “unioni civili” che porta  il suo nome, si è lasciata andare a dichiarazioni che confermano…

Read More »

La verità sul Family Day

Queste riflessioni le scrivo per gli amici che non sono potuti o voluti venire a Roma al Family Day di sabato 30 gennaio 2016 al Circo Massimo – ma mi hanno chiesto com’è andata – e soprattutto per qualcuno che – direttamente o indirettamente – mi ha rivolto parole intolleranti e anche violente. Io al Family Day ci sono stato, sono partito in pullman venerdì sera per ritornare subito dopo la fine della manifestazione; il viaggio l’ho pagato di tasca come tutti. Ho incontrato, fin…

Read More »

Non ci sono più le favole di una volta

Ricevo tramite e-mail la trama di uno spettacolo teatrale rivolto agli studenti delle scuole elementari e più in generale ai bambini. Si tratta della rappresentazione “Fa’afafine. Mi chiamo Alex e sono un dinosauro”, in scena al teatro Biondo di Palermo dal 3 al 13 novembre 2015. Il protagonista è un bambino “gender creative”, Alex, che vuole andare alle Isole Samoa per sposare l’amico Elliot e che i giorni pari “è maschio” mentre i giorni dispari “è femmina”. La storia, per la durata di 50 minuti,…

Read More »

Giuste disuguaglianze

Procuste, personaggio della mitologia greca, usava appostarsi, secondo il racconto che se ne fa, lungo la via sacra tra Eleusi e Atene per tendere imboscate ai viandanti, una volta catturati li stendeva sopra un letto di pietra e ne straziava le carni amputando le parti del corpo eccedenti la dimensione del letto o smembrando i malcapitati nel tentativo di fargli coprire tutta la lunghezza del piano. Era evidentemente il tentativo utopico di rendere tutti uguali, illusione perseguita anche nella storia con esiti non meno macabri…

Read More »

Perché andrò a Roma

Il 20 giugno 2015 andrò a Roma per partecipare in Piazza San Giovanni alla manifestazione organizzata dal comitato “Difendiamo i nostri figli”. Ci andrò con mia moglie e con migliaia e migliaia di altre persone e famiglie di tutta Italia, ognuna con la propria storia e la propria unicità, incontrerò uomini e donne con idee e convinzioni – non solo politiche o religiose – tra le più diverse, ma accomunati dal desiderio di manifestare la bellezza, la bontà e la verità della famiglia. Andrò a…

Read More »

Isis e mafia, una storia già vista

Se dovesse risultare attendibile la notizia diffusa ultimamente anche da alcuni quotidiani nazionali secondo la quale l’ISIS avrebbe predisposto un documento strategico per la conquista dell’Italia, un aspetto tra i tanti risulterebbe di un certo interesse. All’interno del documento, infatti, sembrerebbe essere contemplata la possibilità di stringere un’alleanza con la criminalità organizzata, giudicata un’organizzazione che, a fronte della debolezza dello Stato, detiene di fatto il controllo del territorio avvalendosi di armi ed equipaggiamenti adeguati e di un numero considerevole di “miliziani”. L’idea dei capi dello…

Read More »

Guardando oltre immigrazionismo e xenofobia

Il problema dell’immigrazione è di complessa soluzione, sarebbe necessario riaffermare decisamente la propria identità culturale, adoperarsi per un’autentica cooperazione tra gli Stati, impegnarsi per un ragionevole controllo dei flussi, monitorare i luoghi di partenza e pensare la cittadinanza come fase conclusiva di un verificato percorso di integrazione e non come l’inizio. I problemi di ordine pubblico, inoltre, sono concreti e spesso possono davvero degenerare. É bello, però, vedere episodi positivi, una rondine non fa certo primavera, ma può fare sperare che la bella stagione possa…

Read More »

Cristiani perseguitati e silenzio complice

La persecuzione dei cristiani nel mondo ha assunto nel secolo scorso ed ancora nel tempo attuale dimensioni macroscopiche che vanno ben oltre ciò che attraverso i mass media trapela e i casi certamente eclatanti come l’ultimo attentato in Kenya. Per verificare l’estensione geografica delle persecuzioni si guardi, per farsi un’idea, la cartina, disponibile anche online, contenuta nel Rapporto ACS 2014 sulla libertà religiosa nel mondo, realizzato dalla Fondazione di Diritto Pontificio Aiuto alla Chiesa che Soffre, si leggano i nomi degli stati dove essere cristiani…

Read More »

Capi di ieri e di oggi

Si narra che un giorno San Luigi IX re di Francia incontrò per la strada un povero storpio caduto in terra per un malore. Subito lo soccorse e lo condusse presso un ospedale affinché gli fossero prestate le cure del caso. Un suo sottoposto, che lo accompagnava, gli fece allora notare che probabilmente quel comportamento non si addiceva ad un re. Rispose di rimando il re che certamente quel comportamento si addiceva però ad un cristiano. Questa la stoffa di tanti governanti medievali, condottieri abituati…

Read More »