Cicatrici

Sono molto utili le cicatrici. Stanno lì, sulla pelle, ruvide e rialzate oppure come solchi profondi, le carezzi e ti rammentano le ferite passate e che le ferite si rimarginano. Ogni tanto capita di scoprirne di nuove che non si conoscevano o delle quali si era persa la memoria e allora ci si domanda a quando risalgono, come ce le si è fatte. Altre volte, invece, qualcuna fa male e fa tornare più nitido il ricordo a quella battaglia vinta o perduta, ai nemici spietati che puntavano al tuo cuore e alla tua testa, a quelle iene sporche e ghignanti in attesa della tua caduta, al sangue e al coraggio che non avresti mai pensato di avere e che, invece, hai scoperto di possedere lì, nel mezzo della battaglia. Poche ferite sono mortali, le altre diventano cicatrici. E sono molto utili.

BLB

Samurai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*